Difficoltà della Coordinazione Motoria e Prassica

Quante volte ci è capitato di sentir dire “questo bambino è proprio pigro!”?

Infatti i bambini che si muovono in modo impacciato, goffo, che fanno cadere quello che hanno in mano e che sembrano acquisire le competenze motorie in ritardo vengono definiti “pigri”. Ma non sempre si tratta di pigrizia! Se si osserva con attenzione, queste caratteristiche possono essere la manifestazione di una difficoltà. Infatti la coordinazione motoria e le abilità prassiche influiscono in molte attività quotidiane: nei movimenti, nelle autonomie, nell’utilizzo di oggetti, nella relazione con gli altri e nell’apprendimento.

Per un bambino che presenta questo tipo di difficoltà molte cose risultano difficili da fare: eseguire movimenti precisi con le mani, usare le forbici, disegnare, colorare, andare in bicicletta, allacciarsi le scarpe, programmare un’azione, etc.

Le Difficoltà della Coordinazione Motoria e Prassica possono evidenziarsi sia nelle attività che coinvolgono la motricità fine e la coordinazione oculo-manuale, sia nella motricità grossolana che coinvolge più distretti corporei.

Obiettivi del servizio

Lo scopo del servizio sulle Difficoltà della Coordinazione Motoria e Prassica è quello di ristabilire l’armonia nella relazione con se stessi, gli altri e l’ambiente attraverso il potenziamento delle funzioni adattive del bambino, ottenendo un recupero funzionale globale delle abilità motorio-prassiche.

 

Nello specifico il servizio si focalizza su:

  • valutare le competenze motorie e prassiche globali del bambino (coordinazione motoria grossolana e fine, coordinazione oculo-manuale, programmazione motoria, equilibrio, etc);
  • individuare le aree di forza e quelle da abilitare o riabilitare;
  • sostenere l’acquisizione di competenze con strategie di intervento adeguate e personalizzate;
  • fornire consigli e indicazioni da applicare a casa e a scuola;
  • sostenere il bambino nella scoperta delle proprie abilità favorendo l’autostima, l’autonomia e l’autoefficacia.

Modalità di svolgimento

Il servizio prevede sia percorsi individuali che in piccolo gruppo, con bambini omogenei per età e per area di lavoro.

Gli incontri, della durata di un’ora, hanno frequenza settimanale o bisettimanle da concordare con il professionista.

Ogni percorso viene pensato e costruito ad hoc in relazione alle esigenze e alle caratteristiche del bambino e del gruppo di bambini.

Gli incontri si terranno presso la sede di Centro Archè, in via B. Marcello 4 a Vicenza.

Per maggiori informazioni o per fissare un incontro conoscitivo gratuito contattaci a info@centroarche.org, al numero 393.8365585 oppure compilando compilando il seguente modulo.